ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fiscal cliff: senza un accordo via ai tagli

Lettura in corso:

Fiscal cliff: senza un accordo via ai tagli

Dimensioni di testo Aa Aa

Le leggi americane sono chiare: l’amministrazione può spendere solo se dispone di fondi sufficienti. Altrimenti ha le mani legate.
Senza un accordo politico, la legge prevede tagli automatici alla spesa pubblica e un aumento immediato delle tasse del 2% per tutti i lavoratori.
Di certo un mancato accordo avrebbe, nell’immediato, un impatto devastante sull’economia a stelle e strisce: gli Stati Uniti potrebbero perdere 3 punti di Pil piompando in recessione. Senza un intesa, però, il deficit si dimezzerebbe scendendo sotto il 4% e arrivando al 2% nel 2016 con il debito al 60% del Pil entro il 2020. Insomma un passo avanti che eviterebbe agli Usa di affrontare una crisi del debito come quella europea, ma che avrebbe altissimi costi sociali.
Contestualmente arriverà un taglio alla spesa pubblica da 1.200 miliardi in dieci anni: circa 600 verranno a mancare al welfare. I primi a venir meno saranno i sussidi alla disoccupazione per 2,1 milioni di senza lavoro.