ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: resti umani nella casa del killer di Rochester

Lettura in corso:

USA: resti umani nella casa del killer di Rochester

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella casa di William Spengler, il boia di Rochester, nello stato di New York, sono stati trovati resti umani.

La polizia ritiene appartengano alla sorella 67enne dell’uomo che, alla vigilia di Natale, ha ucciso due vigili del fuoco e ne ha feriti altri due.

Spengler ha preparato loro una vera e propria trappola. Ha dato fuoco alla sua abitazione e a una vettura. Quindi ha aspettato l’arrivo dei pompieri.

“Li ha attesi con tre armi diverse”, ha spiegato in conferenza stampa la polizia, tra cui “un fucile d’assalto semiautomatico Bushmaster”, simile a quello usato dal killer di Newtown per massacrare 20 bambini e sei adulti il 14 dicembre scorso.

Sette abitazioni vicine a quella dell’assassino, morto suicida, sono andate completamente distrutte.

Il caso ha riacceso il dibattito sul possesso di armi negli Stati Uniti. Spengler possedeva un vero e proprio arsenale, pur avendo già scontato 18 anni di prigione per aver ucciso a martellate la nonna.

La polizia ha letto alcuni passaggi di una lettera lasciata dall’uomo, che scriveva: “Devo ancora prepararmi per vedere quante aree del quartiere riuscirò a bruciare, per fare ciò che amo di più: uccidere persone”.