ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, i nuovi volti dell'esecutivo

Lettura in corso:

Ucraina, i nuovi volti dell'esecutivo

Dimensioni di testo Aa Aa

Tanti i volti nuovi tra i membri del governo ucraino. A partire dal vice premier, Serhiy Arbuzov, l’attuale governatore della banca centrale e papabile prossimo premier, al posto di Mikola Azarov. Il nuovo ministro agli affari esteri nominato dal presidente Ianukovich è Leonid Kozhara:

“La sua nomina – spiega Ihor Kohut, analista – è un passo logico e simbolico. Significa che l’Ucraina nel 2013 potrebbe finalmente firmare l’accordo di adesione all’Unione europea. Kozhara si è sempre battuto al fianco del partito delle regioni, anche a livello europeo”.

L’opposizione non risparmia critiche ad un esecutivo formato, dice, ad immagine e somiglianza di Ianukovich.

Mykola Tomenko, parlamentare dell’opposizione:
“È chiaro come è stato concepito il governo: le decisioni chiave, tutto ciò che riguarda l’economia, la finanza è controllato dalla cosiddetta famiglia presidenziale”.

L’Ucraina si trova in una situazione delicata dal punto di vista economico, il debito ha raggiunto l’equivalente di 7 miliardi di euro, inclusi i 5 miliardi detenuti da Fondo Monetario internazionale che Kiev intende rinegoziare.