ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: nuova incriminazione per blogger anti-Putin

Lettura in corso:

Russia: nuova incriminazione per blogger anti-Putin

Dimensioni di testo Aa Aa

È uno dei leader carismatici della piazza anti-Putin.

Il blogger e avvocato russo Aleksey Navalny ha fatto sapere con un tweet di essere stato incriminato per la terza volta nel giro di cinque mesi.

È accusato di aver sottratto 100 milioni di rubli, circa due milioni e mezzo di euro, nel 2007 al partito dell’Unione delle Forze di Destra, attraverso una società che dirigeva, l’Allekt.

Il blogger rischia dieci anni di detenzione.

Vladimir Markin, portavoce del Comitato investigativo di Mosca riassume così i fatti:

“L’Unione delle Forze di Destra e la società Allekt conclusero un accordo per la fornitura di servizi pubblicitari. Furono depositati cento milioni di rubli su conti intestati ad Allekt nell’ambito di questo accordo. In seguito la società di Navalny trasferì il denaro ricevuto sui conti di società che, per la maggior parte, sembrano essere false, o sono quel tipo di compagnie che nascono e muoiono in un giorno”.

Navalny è stato già accusato di “presunta appropriazione indebita”, ai danni di una piccola società che commercia legname. Rischia anche in questo caso sino a 10 anni di carcere.

In una seconda indagine è stato accusato di riciclaggio di denaro, in una vicenda riguardante le attività di una piccola società di trading.