ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gran Bretagna, un natale di alluvioni ed esondazioni

Lettura in corso:

Gran Bretagna, un natale di alluvioni ed esondazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Un natale di disagi per i cittadini britannici. L’allerta maltempo, fino a ieri ristretta al solo sud è stata estesa a tutto il Paese. Decine le evacuazioni in Scozia e Cornovaglia. Problemi soprattutto per chi aveva deciso di mettersi in viaggio durante le vacanze. Esondazioni e smottamenti hanno colpito diverse parti della linea ferroviaria, rendendo impossibili i collegamenti. Almeno quaranta le famiglie a essere state allontanate dalle loro case a Stoneheaven, nel nord est del Regno Unito.
Nelle aree colpite i giorni scorsi inizia il conto dei danni e si lavora per tornare alla normalità.

Un abitante della Cornovaglia racconta:“La cosa che ci ha sorpreso è stato il grande aiuto che abbiamo ricevuto subito dall’intera comunità. Come vedete, è tutto abbastanza deprimente attorno. Nonostante la devastazione, però, abbiamo scoperto persone magnifiche che ci hanno aiutato”.

Le autorità britanniche invitano i cittadini a non mettersi in viaggio. L’intensità delle piogge cadute negli ultimi giorni ha sopreso anche gli esperti.
Richar Cresswell, Environment agency, afferma:“Abbiamo rafforzato gli argini quest’estate, un investimento del valore di 1 milione e mezzo di pound. L’acqua è arrivata fino in cima. Crediamo che il flusso di acqua sia stato molto, molto più grande di quello che avevamo previsto di proteggere la comunità”.

Quattrocentocinquanta i fiumi a rischio esondazione in tutto il Paese. Mentre si contano già le prime vittime. Soprattutto automobilisti. Il bollettino meteo non lascia ben sperare: le perturbazioni potrebbero continuare fino alla prima metà di gennaio.