ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto, il sì alla Costituzione divide

Lettura in corso:

Egitto, il sì alla Costituzione divide

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Egitto resta spaccato. L’annunciata vittoria del sì nel referendum sulla nuova Costituzione è stato accompagnato dalle dure contestazioni dell’opposizione che, in attesa dei risultati ufficiali, denuncia frodi e violazioni. Secondo chi protesta la nuova carta elaborata dall’Assemblea, dominata dai Fratelli Musulmani del presidente Morsi e dai salafiti, non riconosce molte libertà fondamentali.

Hamdeen Sabahi, Fronte di Salvezza Nazionale:
“Continueremo la nostra battaglia pacifica per cancellare il prima possibile quanto scritto in questa Costituzione, perché è una carta non all’altezza del popolo egiziano”

Secondo i media e la compenente islamista al potere nel Paese i “sì” hanno raggiunto il 64%. Si moltiplicano le denunce di chi non ha potuto votare, perchè gli è stato impedito l’ingresso al seggio, ma sulle prime pagine dei quotidiani nazionali il presidente esprime grande soddisfazione. Su di lui pesa ora l’incognita più insidiosa: dovrà evitare la sconfitta nelle prossime elezioni parlamentari, facendo i conti sulla progressiva erosione del consenso anche tra le file di chi finora lo ha sostenuto.