ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Governo Monti, addio o arrivederci?

Lettura in corso:

Governo Monti, addio o arrivederci?

Dimensioni di testo Aa Aa

Mario Monti è salito al Quirinale e si è dimesso. Il governo resterà in carica per l’ordinaria amministrazione in attesa delle elezioni del 24 febbraio. Nelle prossime ore, le Camere si scioglieranno e il Presidente Napolitano terrà consultazioni di rito con i leader politici, ma il Paese è già di fatto in campagna elettorale.

A 13 mesi dalla sua investitura, il premier ha tracciato un bilancio dell’attività del suo esecutivo, “un’azione – ha detto – che mi auguro possa continuare anche nella nuova legislatura, nella consapevolezza che gli interessi nazionali prescindono dal governo in carica, in quanto sono interessi permanenti.”

Proprio l’interesse del Paese aveva indotto Monti a ritardare le dimissioni fino a dopo l’approvazione della legge di stabilità, avvenuta in via definitiva venerdì pomeriggio.

Il governo tecnico, secondo molti, ha lasciato il segno.
“Credo – afferma Massimo Franco, del ‘Corriere della Sera’ – che l’Italia negli ultimi 13 mesi abbia fatto un ottimo lavoro, quindi penso che in un certo senso il percorso sia obbligato e nessuno potrà allontanarsi dalla strada indicata da Monti.”

E ora tutti si chiedono se il premier si ricandiderà, non ad entrare in Parlamento, dato che è già senatore a vita, ma a guidare una coalizione di governo, come gli chiedono i promotori delle liste pronte a sostenerlo. Monti dovrebbe annunciare la sua decisione domenica mattina.