ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice UE-Russia: Mosca contrattacca sui diritti umani in Europa

Lettura in corso:

Vertice UE-Russia: Mosca contrattacca sui diritti umani in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il trentesimo vertice euro-russo si apre questo giovedi’ a Bruxelles con una cena di lavoro tra le autorità europee e il presidente russo Vladimir Putin. Un’occasione per rilanciare la cooperazione in materia di energia, diventata piu’ difficile dopo l’apertura di un’inchiesta dell’anti-trust europeo sul gigante russo Gazprom.

Oltre all’energia, altre questioni spinose dovranno essere affrontate, sottolinea una portavoce della commissione Maja Kocijancic: “La questione dei diritti umani è in agenda. L’Unione europea ha avuto a che ridire in molti casi come ad esempio in quello delle cantanti Pussy Riot e per altre leggi adottate dalla Russia”.

Alcuni eurodeputati avevano candidato le rapper dissidenti al Premio Sakharov per la libertà di pensiero e ne avevano chiesto la scarcerazione.

Da parte sua la Russia ha giocato d’anticipo preparando un dossier di sessanta pagine sui problemi di diritti umani nell’Unione europea. A Bruxelles è giunto anche un sottosegretario russo per i diritti umani Konstantin Dolgov:

“Dovremmo parlare anche delle questioni aperte in Europa, l’aumento della xenofobia in praticamente tutto il territorio dell’Unione, nazionalismo aggressivo e peggioramento delle relazioni con le minoranze etniche”.

Al vertice si parlerà anche della situazione in Siria e di come rafforzare la lotta la terrorismo. Ma per la Russia, sarà fondamentale ottenere progressi nella questione dei visti.

Il presidente russo Vladimir Putin spera di strappare un accordo sui permessi di soggiorno per brevi periodi.