ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezuela: "stabili" le condizioni di Chavez, si discute possibile rinvio insediamento

Lettura in corso:

Venezuela: "stabili" le condizioni di Chavez, si discute possibile rinvio insediamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Se si farà, non sarà così: la cerimonia d’insediamento del Presidente che Hugo Chavez fece cinque anni fa dicendo con voce stentorea “patria, socialismo o morte: lo giuro“ dovrebbe tenersi di nuovo il dieci giugno, ma non è detto che Chavez possa esserci.  Se ci sarà, sarà in sedia a rotelle o in barella, dopo l’operazione subita a Cuba per cancro.    In Parlamento c‘è chi propone un rinvio della cerimonia, altri ricordano che in caso di non-insediamento si dovrebbe procedere a nuove elezioni entro trenta giorni.
 
È il vice-presidente Nicolas Maduro, che sta sostituendo Chavez alla presidenza, a fare il punto della situazione:
 
“Giorno per giorno, il comandante Chavez recupera, e per questo noi abbiamo una sola ipotesi: Chavez ci sarà.   In caso contrario, lui ha dato disposizioni chiare, e pubbliche, per ogni evenienza”
 
Chavez ha subito l’intervento una settimana fa, e ieri i medici lo dichiaravano “stabile”, dopo un’infezione respiratoria.   Non è un decorso facile.
 
Per questo ogni giorno migliaia di persone pregano per lui, e funzioni religiose vengono organizzate nei luoghi-simbolo del potere.