ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan: manifestazioni per la ripresa della campagna anti-polio

Lettura in corso:

Pakistan: manifestazioni per la ripresa della campagna anti-polio

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono dieci gli operatori uccisi durante la campagna di vaccinazioni anti-polio, negli ultimi tre giorni in Pakistan: un ventunenne è morto in ospedale quasi ventiquattr’ore dopo il ferimento. E mentre si celebrano i primi funerali, sono in molti a chiedere la ripresa del programma di vaccinazioni, interrotto dall’Organizzazione Mondiale della Salute:

“Nessuno è contrario a quelle vaccinazioni. Non si capisce perché improvvisamente sia iniziata questa ondata di violenze contro i volontari anti-polio. Sospetto che ci sia dietro il tentativo di rinviare le elezioni”, dice l’abitante di un villaggio.

A Islamabad, si è tenuta una manifestazione contro le uccisioni e a favore di una ripresa della campagna di vaccinazioni. Il Pakistan è uno dei tre Paesi nel mondo nei quali la poliomielite è endemica.

I taleban ed alcune altre frazioni radicali vi si oppongono perché temono che si tratti di un complotto occidentale per sterilizzare i musulmani, ma hanno fatto anche circolare la voce che nel vaccino fosse stata inserita carne di maiale. Un’altra accusa è relativa all’utilizzo da parte dei servizi americani delle ONG per infiltrare spie.