ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan: giallo sull'esecuzione dei 9 volontari anti-polio

Lettura in corso:

Pakistan: giallo sull'esecuzione dei 9 volontari anti-polio

Dimensioni di testo Aa Aa

Non è ancora chiaro cosa ci sia esattamente dietro all’assassinio in Pakistan di nove volontari impegnati nella campagna di vaccinazione contro la poliomelite. In questi anni sono state salvate migliaia di vite nel Paese, ma ora l’Onu ha sospeso sospeso le vaccinazioni.

I taleban non hanno rivendicato queste uccisioni, ma hanno spesso minacciato i volontari, accusandoli di complicità in un complotto per rendere sterili i musulmani e, ancora, sostenendo che il vaccino contiene grasso di maiale.

“Fondamentalmente il problema non è il vaccino anti-poliomelite. Credo che i veri colpevoli delle morti dei volontari siano stati Shakil Afridi e i suoi sponsor”, sostiene Maulana Aamir Siddique, imam nella Moschea Rossa.

Shakil Afridi è un medico, condannato per aver partecipato ad una falsa campagna di vaccinazione contro l’epatite, organizzata dalla CIA nel 2011 per celare le indagini sulla presenza di Osama Bin Laden in Pakistan.

In molti dunque vedono negli attacchi al personale medico in Pakistan la vendetta di al-Qaeda contro un obiettivo simbolico.