ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone: Abe torna al governo con la scommessa della spesa pubblica perla crescita

Lettura in corso:

Giappone: Abe torna al governo con la scommessa della spesa pubblica perla crescita

Dimensioni di testo Aa Aa

Torna al governo con un programma ambizioso: portare il Paese fuori dalle secche della recessione in pochi mesi. Shinzo Abe e la sua maggioranza di centro-destra, dopo la larga vittoria elettorale, puntano al rilancio del programma nucleare e a una politica monetaria più aggressiva, con una svalutazione dello Yen. Previsto anche l’incremento del programma di riacquisto dei titoli del debito pubblico da parte della Banca Centrale, e molta spesa pubblica per rilanciare la crescita.

I mercati per ora sembrano gradire: in controtendenza rispetto al resto delle piazze asiatiche, la Borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo. Incoraggiata, anche, dalla larga maggioranza di cui gode il Governo.

Chi si preoccupa è, semmai, la Cina: il nuovo governo alzerà, e di molto, la voce, sulle questioni territoriali. La prospettiva di un conflitto spaventa molti, a Pechino:

“Non è positivo, se il governo giapponese indurisce la sua politica con la Cina. Questo creerà una minaccia per la Cina, la regione e il mondo. Non apprezzo questo tipo di politica”, dice un tecnico, sostanzialmente d’accordo con questa insegnante in pensione:

“Se il Giappone alza i toni con il resto del mondo, sarà terribile. Ricordiamo ancora il massacro di Nanjing. A volte guardo la televisione e vedo che ci sono tante guerre nel mondo, è terribile”.

Shinzo Abe ha già detto che la sovranità giapponese sulle isole Senkaku “non è negoziabile”: un portavoce del Ministero degli Esteri cinese ha detto che il governo di Pechino è “molto preoccupato per la direzione che potrebbe prendere il Giappone”.