ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto, Fratelli musulmani rivendicano la vittoria al referendum

Lettura in corso:

Egitto, Fratelli musulmani rivendicano la vittoria al referendum

Dimensioni di testo Aa Aa

I Fratelli musulmani rivendicano la vittoria del sì al referendum sulla costituzione in Egitto. Benché metà degli elettori debbano ancora esprimersi nella seconda tornata che avverrà sabato prossimo, il partito del presidente Morsi cita dati non ufficiali, che attribuiscono al sì oltre il 56% dei voti.

L’annuncio è stato accolto con scetticismo da laici e liberali, preoccupati che la consultazione aumenti ulteriormente la frattura che divide il paese. “Anche se il dato fosse attendibile, questo non significa che la costituzione debba essere approvata perché più del 40% della popolazione non si riconosce nei suoi principi”.

Il cammino verso il referendum è stato costellato da proteste e violenze, talvolta mortali. In piazza Tahrir sono ricomparse le tende dei giorni della rivoluzione. L’opposizione rinfaccia al presidente di aver costretto gli egiziani a votare una bozza di costituzione che recepisce i principi islamici senza garantire i diritti delle minoranze.

L’attacco avvenuto dopo la chiusura dei seggi contro la sede del giornale del partito liberale Wafd segnala il clima di intolleranza che pesa sull’Egitto.