ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: il dolore dei cittadini di Newtown

Lettura in corso:

USA: il dolore dei cittadini di Newtown

Dimensioni di testo Aa Aa

É una Newtown piegata su se stessa quella che si percepisce per le strade. Il segno lasciato dal massacro sembra essere indelebile. Lo sgomento per la furia omicida ha lasciato ora spazio al dolore.
Anche perché gli interrogativi non posso che restare sospesi nel vuoto.

“Non puoi immaginare cosa puó passare nella testa di una persona – dice un abitante – che possa realizzare qualcosa del genere”.

Un dolore che è piombato sulla città in piena preparazione per il Natale.

“La nostra è una piccola città tranquilla in cui non succede mai nulla – dice una signora – Ora improvvisamente siamo entrati nei record. Non perchè uno di noi ha vinto la lotteria della scorsa settimana, ma per qualcosa di orribile”.

Anche gli uomini di fede trovano con difficoltà le spiegazioni per lenire una ferita tanto profonda.

“Ci sono forze del male presenti nel mondo – sottolinea il reverendo Mark Moore – e questo è uno di quei momenti in cui il male si è espresso in modo molto potente”.

“Avremo il ricordo di quello che è accaduto per sempre nelle nostre menti – aggiunge un anziano – Proprio come l’11 settembre. Anche se allora non mi sentivo male quanto oggi. Ma la città si riprenderà, ce la faremo”.

“Il giorno dopo il massacro – racconta Stefan Grobe, Euronews – in città la gente si continua a porre gli stessi interrogativi. Come è potuto accadere e perché. Sanno già che non riceveranno alcuna risposta”.