ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage scuola: lobby armi Usa "armare insegnanti"

Lettura in corso:

Strage scuola: lobby armi Usa "armare insegnanti"

Dimensioni di testo Aa Aa

La strage di Newtown riaccende, negli Stati Uniti, il dibattito sulla vendita delle armi.

‘Oggi è il giorno’ recitano i cartelli dei manifestanti che all’esterno della Casa Bianca chiedono di rivedere il secondo emendamento, emesso il 15 dicembre del 1791, che garantisce il diritto di possedere armi.

In molti Stati bastano 21 anni per comprare un fucile d’assalto e nel 2001 è stato abolito il divieto di vendere caricatori ad alta capacità.

“In Virginia, dove vivo, per comprare una birra si deve mostrare la carta d’indentità per dimostrare di avere 21 anni – spiega David Chipman, responsabile dell’associazione contro la vendita illegale di armi – Se si vuole comprare alcune delle armi usate nella strage, invece, non c‘è bisogno della carta d’indentità e nemmeno di avere 21 anni. È un’incongruenza nella legge che a rigor di logica è folle”.

Il 53% degli americani, però, è a favore della vendita e nel Paese circolano 300milioni di armi, quasi una per abitante.

Nel 2008, inoltre, la Corte suprema ha stabilito che le legge del District of Columbia sul divieto ai residenti di possedere un’arma era incostituzionale.

Va all’attacco anche la lobby delle armi con una proposta shock: armare gli insegnanti.