ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue, concluso vertice, via alla supervisione bancaria

Lettura in corso:

Ue, concluso vertice, via alla supervisione bancaria

Dimensioni di testo Aa Aa

Unione bancaria, ma soprattutto un’Unione europea che mostra di ritrovarsi: il vertice di chiusura della presidenza cipriota ha smentito in parte i gufi, ha messo in mostra la capacità di trovare un accordo – è stata varata la supervisione bancaria, primo passo dell’unione bancaria – e avere anche ambizioni per il futuro. Lo sottolinea il Presidente del Consiglio Europeo, Hermann Van Rompuy. La difesa, per esempio:

“Vogliamo che la politica di difesa e sicurezza comune divenga, nel complesso, più efficace. Questo include anche l’aspetto molto importante delle polizie, come anche una cooperazione più sistematica tra Stati europei in relazione alle capacità di difesa. Vogliamo anche vedere un’industria della difesa europea più forte, che contribuisca a più innovazione e competititività, e anche alla crescita e all’impiego in seno alla nostra Unione. In pratica, abbiamo invitato l’Alto Rappresentante e la Commissione a elaborare proposte e rapporti su questi aspetti entro settembre del 2013”.

A tracciare un bilancio del presente è invece José manuel Durao Barroso: il Presidente della Commissione è piuttosto soddisfatto degli ultimi sviluppi.

“Stiamo affrontando la crisi, abbiamo una visione di lungo termine per la nostra Unione. Questa è stata una buona settimana per l’Europa, non solo il premio Nobel per la pace che per noi significa molto, ma anche in termini più concreti un importante accordo sul meccanismo di supervisione e sulla Grecia”

Dietro le quinte, restano comunque le recriminazioni di chi, come Italia e Francia, avrebbe voluto che le spese per investimenti fossero escluse dal computo del deficit. Proposta respinta dalla Germania, che ha ottenuto anche l’esclusione delle sue banche regionali dalla supervisione bancaria unica.