ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UK. Matrimoni gay: avanti il governo, esclusa Chiesa Anglicana

Lettura in corso:

UK. Matrimoni gay: avanti il governo, esclusa Chiesa Anglicana

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo conservatore britannico procede sulla strada dei matrimoni gay, la Chiesa Anglicana resterà invece in ogni caso esclusa, mantenendo l’illegalità delle unioni tra persone dello stesso sesso.

L’esecutivo di David Cameron ha confermato di voler presentare in Parlamento la riforma all’inizio del nuovo anno.

“A mio avviso estendere il matrimonio alle coppie omosessuali rafforzerà piuttosto che indebolire questa fondamentale istituzione” ha detto in Parlamento Maria Miller, Ministro alle Pari Opportunità. “Metteremo inoltre in condizione di poter celebrare i matrimoni gay le organizzazioni religiose che vorranno farlo”.

Alle singole confessioni religiose sarà dunque lasciata libertà di scelta sulla celebrazione di unioni tra persone dello stesso sesso. Con la macroscopica eccezione della Chiesa Anglicana per la quale il rito resta illegale.

“La Chiesa d’Inghilterra e la Chiesa di Scozia hanno ricevuto la conferma che per loro resterà una pratica illegale” spiega Sharon Ferguson, della Metropolitan Community Church. “Ho tanti amici nella Chiesa d’Inghilterra e di Scozia che, ne sono certa, saranno terribilmente in disappunto. E mi dispiace davvero per loro”.

Tra marzo e giugno il governo di Cameron ha lanciato un sondaggio secondo cui oltre il 53% delle 230.000 persone interpellate è a favore dei matrimoni gay.