ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Srebrenica, ergastolo al serbo-bosniaco Tolimir

Lettura in corso:

Srebrenica, ergastolo al serbo-bosniaco Tolimir

Dimensioni di testo Aa Aa

Condannato all’ergastolo perché colpevole di genocidio, crimini di guerra e crimini contro l’umanità. Questa la sentenza emessa all’Aja dal Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia contro il generale serbo-bosniaco Zdravko Tolimir.

L’ex ufficiale, che fu braccio destro del generale Ratko Mladic e che oggi ha 64 anni, è stato ritenuto responsabile di aver partecipato al massacro di Srebrenica e alle deportazioni di musulmani nel 1995 in Bosnia-Erzegovina.

Il tribunale, che ha raggiunto il verdetto a maggioranza, ha dichiarato che Tolimir era stato implicato in “un’impresa criminale” per giustiziare e seppellire sommariamente migliaia di uomini e donne tra i 16 e i 60 anni, catturati a Srebrenica.

Il massacro, compiuto nel luglio 1995, è il più grave commesso in Europa dalla fine della seconda guerra mondiale. Il generale Tolimir si è dichiarato non colpevole e, difendendosi da solo, ha affermato di non avere impartito ordini durante i combattimenti e di non essere stato presente a Srebrenica.