ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: il drammatico inverno dei rifugiati

Lettura in corso:

Siria: il drammatico inverno dei rifugiati

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella guerra civile in Siria, c‘è il rischio che sia il generale inverno a fare il maggior numero di vittime: il freddo è arrivato, il clima umido con temperature in costante calo si è abbattuto sui campi profughi in Siria e all’estero.

In totale, secondo le ultime stime, sono tre milioni i siriani che hanno dovuto abbandonare le loro case.

Questa tendopoli si trova nei pressi del villaggio di Atmeh, poco distante dalla frontiera con la Turchia:

“Qui è difficile. Piove, viviamo in una tenda senza riscaldamento. Non c‘è abbastanza cibo, nè acqua corrente. È terribile”

Nel campo c‘è chi è destinato a patire il freddo ancor più degli altri: anziani, bambini, malati, feriti.

Questo ragazzino ha gravi bruciature:

“Eravamo in casa, quando l’hanno bombardata. E la casa è esplosa”, racconta.

In questo campo vivono migliaia di persone: molti sono partiti senza niente, solo i vestiti che avevano addosso. Degli ospiti del campo, 3.000 hanno meno di dodici anni. La mezzaluna rossa ha fornito le tende e fa arrivare dalla vicina Turchia acqua e viveri, ma non basta: di notte la temperatura si approssima allo zero…