ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rebus Ponta in Romania. Basescu verso la conferma obbligata dell'avversario

Lettura in corso:

Rebus Ponta in Romania. Basescu verso la conferma obbligata dell'avversario

Dimensioni di testo Aa Aa

La vittoria a valanga del centrosinistra mette all’angolo la presidenza romena e ricatapulta Bucarest sotto la stretta osservazione dell’Unione Europea.

Cifre provvisorie intorno al 60% fanno parlare il premier Victor Ponta di viatico per una logica riconferma e sembrano chiudere ogni margine di manovra al nemico di sempre Basescu.

Sonoramente sconfitto, il suo centrodestra consegna agli avversari le chiavi per blindare le camere e aprire quella che già chiamano una nuova era.

“E’ la più larga vittoria ottenuta da una coalizione dal 1990 a oggi – dice il leader della formazione Crin Antonescu -. Questo risultato va però al di là dei numeri. E’ una vittoria contro il regime di Basescu e di tutto quanto ha finora rappresentato”.

A urne ancora calde Ponta si è detto pronto a formare un nuovo governo. La palla è ora nel campo di Basescu: avvelenata, però, dal tentato ribaltone ai suoi danni che sei mesi fa aveva irritato Bruxelles, e da un assegno da 5 milioni di euro, di cui l’FMI potrebbe ritardare la firma.