ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nobel pace all'UE:oggi la consegna, contestazioni.

Lettura in corso:

Nobel pace all'UE:oggi la consegna, contestazioni.

Dimensioni di testo Aa Aa

La consegna del Premio Nobel della pace all’Unione europea, oggi, è un’occasione per fare il bilancio di un’epoca.

In Norvegia, per ritirare il riconoscimento, il presidente del Parlamento Europeo, Martin Schulz, il presidente della comissione, José Manuel Durao Barroso, e il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy.

“Siamo venuti a Oslo – dichiara Van Rompuy – per celebrare un fatto importante: come l’Europa si è trasformata da continente in guerra a continente in pace. E un momento che si è dimostrato cruciale: solo cinque anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, due Paesi rivali hanno deciso di cambiare il corso della storia e, da nemici, diventare partner.”

Ma la crisi economica ha mostrato anche le divisioni tra gli Stati dell’Unione. Mentre la quota di bilancio riservata alle spese militari e le posizioni europee in alcuni conflitti inducono i pacifisti a contestare il Nobel ai Ventisette.

“Producono e vendono armi – sottolinea un uomo -, sono antidemocratici e stanno trattando la gente in modo ingiusto in Grecia e altrove. È un disastro.”

“Non lo accetto – sentenzia una ragazza -, mi fa arrabbiare moltissimo il fatto che ottengano il Premio Nobel per la Pace. È come un pugno in faccia per tutti quelli che stanno soffrendo in Grecia.”

La manifestazione si è svolta a Oslo, dove il premio viene consegnato. Paradossalmente, l’evento ha luogo in un Paese che ha sempre rifiutato di aderire all’Unione europea.