ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

DSK e la suite del Sofitel: una montagna di dollari chiuderà quella porta

Lettura in corso:

DSK e la suite del Sofitel: una montagna di dollari chiuderà quella porta

Dimensioni di testo Aa Aa

Una montagna di dollari per chiudere una volta per tutte quella porta. E’ il tribunale del Bronx, che con un accordo pecuniario da capogiro potrebbe oggi seppellire per sempre la speranza di sapere cosa accadde fra Dominique Strauss Kahn e una donna di servizio, nell’ormai celebre suite 2086 del Sofitel di New York.

Diciannove mesi fa lo scandalo che costrinse l’allora numero uno dell’FMI a dare le dimissioni anche dalle sue ambizioni presidenziali in Francia.

Archiviato ad agosto il processo penale, Nafissatou Diallou e Strauss-Kahn sono ora pronti a monetizzare la pace. Un colpo di spugna, seguito da innumerevoli zeri.

“Credo che in questo caso si raggiungerà un accordo su una cifra elevata – stima l’esperto legale franc-americano Christopher Mesnooh -. Anche molto elevata per standard non statunitensi. Se poi si tratterà di 6, 10 o un milione di dollari non sono però assolutamente in grado di prevederlo”.

Strauss-Kahn è però ancora sulla graticola in Francia per il cosiddetto affaire del Carlton di Lilla: un presunto giro di prostituzione e ancora un hotel di lusso, per un caso le cui porte potrebbero chiudersi il diciannove dicembre.