ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Meshaal eroe di Gaza, opposizione israeliana attacca Netanyahu

Lettura in corso:

Meshaal eroe di Gaza, opposizione israeliana attacca Netanyahu

Dimensioni di testo Aa Aa

L’accoglienza trionfale ricevuta a Gaza da Khaled Meshaal complica la campagna elettorale del premier israeliano Benjamin Netanyahu.

Nel Paese, al voto il 22 gennaio, l’opposizione cavalca la delusione per l’esito dell’operazione militare ‘Colonna di Nuvola’ sulla Striscia.

E Netanyahu risponde all’accusa di aver rafforzato Hamas, attaccando Abu Mazen.

“Il leader dell’Autorità nazionale palestinese non condanna Hamas quando questa incita alla distruzione di Israele – ha detto Netanyahu in una conferenza stampa convocata a Tel Aviv – Così come in precedenza, non ha condannato i razzi lanciati da gaza su Israele. E con grande rammarico da parte mia sta lavorando all’unità con Hamas, che è sostenuto dall’Iran”.

“Ai miei tempi Meshaal non avrebbe osato avvicinarsi a Gaza”, attacca l’ex primo ministro israeliano Ehud Olmert.

Il capo di Hamas nel suo primo discorso pubblico a Gaza dopo 45 anni di esilio ha esaltato i 200mila presenti ribandendo che non concederà nemmeno un centimetro di terra a Israele e invitando le fazioni palestinesi all’unità:

“La visita di Khaled Meshaal nel 25 anniversario della nascita di Hamas – sostiene un abitante di Gaza – pone fine alle divisioni e avvia la ricostruzione dell’unità nazionale”.

“La Riconciliazione è vicina, così come la fine delle divisioni – aggiunge un sostenitore di Hamas – È stato difficile raggiungere questo risultato”.

L’ascesa di Meshaal complica il dialogo con Israele. Il leader di Hamas dovrebbe trattare con Netanyahu, l’uomo che nel 1997 tentò di farlo assassinare.