ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni in Romania: favorito premier uscente ma si rischia crisi politica

Lettura in corso:

Elezioni in Romania: favorito premier uscente ma si rischia crisi politica

Dimensioni di testo Aa Aa

Voto delicato in Romania per le legislative.

Se, come hanno indicato i sondaggi, la coalizione di centrosinistra (USL) del premier uscente Victor Ponta dovesse trionfare, il Paese rischia una nuova crisi politica.

Ponta è inviso al presidente conservatore Traian Basescu. Il perdurare del conflitto istituzionale rischia di strozzare il Paese, afflitto da una grave crisi economica.

A Bucarest alcuni elettori al seggio dichiarano:

“Mi aspetto un cambiamento in meglio, soprattutto per i nostri figli. Vorrei, naturalmente come tutti, che avessero una vita più facile. Per questo sono venuta qui presto per votare”.

“Desidero un Paese in pace, dove la gente abbia un lavoro. Soprattutto i giovani… Non hanno cibo e dove andare. Non so davvero cosa aspettarmi per il futuro”.

Quest’estate lo scontro fra premier e presidente era culminato nel referendum sulla destituzione di Basescu, fallito per il mancato quorum. Allora il presidente aveva dichiarato che non avrebbe più nominato Ponta primo ministro.

Il rischio che ora mantenga la promessa anche in caso di vittoria del rivale c‘è. Basescu potrebbe chiedere ad Alleanza per una Romania di Destra (ARD) di Daniel Geanta, seconda nei sondaggi, di cercare di formare una coalizione di maggioranza.

L’ago della bilancia potrebbe essere il Partito del Popolo del miliardario demagogo Dan Diaconescu, dato in terza posizione.

Sono 18,2 milioni gli aventi diritto al voto. Dopo le 21, ora locale di chiusura dei seggi, sono attesi i primi exit poll.