ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cambiamenti climatici, trattative a rischio a Doha

Lettura in corso:

Cambiamenti climatici, trattative a rischio a Doha

Dimensioni di testo Aa Aa

Il termine della mezzanotte di venerdì è passato, ma un’intesa alla conferenza di Doha sui cambiamenti climatici ancora non c‘è.

E così si va ancora avanti, coi ministri dell’Ambiente dei 194 Paesi che partecipano al summit riuniti. Nella speranza che arrivi una fumata bianca e non una rottura di trattative non sono semplici.

“C‘è una cosa che dobbiamo assolutamente cambiare” sostiene il commissario europeo per il Clima, Connie Hdegaard. “Un piccolo gruppo di Paesi, quelli europei più pochi altri sono sottoposti a obblighi, gli altri decidono su base volontaria se fare o meno qualcosa”.

Si discute del protocollo di Kyoto, in scadenza a fine mese, della riduzione dei gas serra e degli aiuti economici ai Paesi poveri.

“Ciò che speriamo di vedere – dice Liz Gallagher, attivista di una Organizzazione non governativa – è che ci sia l’intenzione, nei prossimi quattro anni, fino alla scadenza del 2015, di alzare l’asticella delle ambizioni”.

Un’istanza che le Ong provano a far ascoltare alzando la voce, in una piccola dimostrazione tenuta al di fuori dalle sale nelle quali si decide il futuro del pianeta.