ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Striscia di Gaza, prima visita di Meshaal dopo l'esilio

Lettura in corso:

Striscia di Gaza, prima visita di Meshaal dopo l'esilio

Dimensioni di testo Aa Aa

Un arrivo trionfale nella Striscia di Gaza, quella di Khaled Meshaal, il leader in esilio di Hamas: ha baciato la terra dalla quale è stato lontano una vita intera, un gesto simbolico per salutare i territori palestinesi che ha lasciato nel 1967, quando era solo un bambino. Poi si è stretto attorno alle persone che lo attendevano da tempo dicendo di sperare che Dio gli ‘‘conceda il martirio’‘.

Meshaal, 56 anni, è stato ricevuto nel terminal di Rafah, alla frontiera con l’Egitto, da una delegazioni di politici in esilio e poi dal primo ministro di Hamas.

“Questa per me è la terza rinascita – ha detto Meshaal – preceduta dalla mia nascita naturale nel 1956 e dalla seconda avvenuta dopo il tentativo israeliano di uccidermi nel 1997 su ordine di Netanyahu”

Domani Meshaal prenderà parte alle celebrazioni per il 25mo anniversario dalla creazione di Hamas a Gaza. Questo venerdi’, secondo quanto si è appreso, dovrebbe visitare la città, duramente colpita dagli israeliani nella recente operazione ‘Colonna di Nuvola’, oltre ad andare a vedere la casa del fondatore del movimento islamista ucciso nel 2004.