ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania, la Bundesbank taglia le stime di crescita

Lettura in corso:

Germania, la Bundesbank taglia le stime di crescita

Dimensioni di testo Aa Aa

La Bundesbank ha tagliato le sue previsioni di crescita per l’economia tedesca nel 2013: un segnale che la crisi dell’eurozona non risparmia nemmeno la prima economia del blocco.

L’istituto guidato da Jens Weidman è però convinto che il rallentamento non sarà di lunga durata e anticipa infatti un solido ritorno alla crescita nel 2014.

In base alle nuove previsioni, nel 2012 il Prodotto interno lordo tedesco dovrebbe crescere dello 0,7 anziché dell’1 per cento. La differenza si accentua nel 2013, quando le stime calano dall’1,6 allo 0,4 per cento.

La revisione operata dalla Bundesbank segue di un giorno la decisione della Banca centrale europea di tagliare l’outlook per i diciassette paesi dell’euro.

In Germania, ordinativi e produzione industriale hanno segnato un calo negli ultimi mesi, a causa del forte rallentamento delle esportazioni. Diversi economisti si attendono una contrazione nel quarto trimestre, ma puntano a una ripresa nei primi tre mesi del 2013.