ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: Mursi propone dialogo, opposizione respinge

Lettura in corso:

Egitto: Mursi propone dialogo, opposizione respinge

Dimensioni di testo Aa Aa

“Sì alla libertà d’espressione, no al colpo di Stato”: lo ha detto il presidente egiziano, Mohamed Mursi, in un discorso alla Nazione.
Mursi ha anche invitato l’opposizione a sedersi al tavolo, ha proposto un incontro per sabato, e ha confermato che il contestato decreto con il quale ha protetto le proprie decisioni da eventuali interventi dell’autorità giudiziaria prenderà fine non appena la nuova Costituzione sarà stata convalidata dal referendum. Se i cittadini la respingeranno, ha aggiunto, formerà una nuova Costituente.

L’intervento di Mursi era atteso nelle prime ore del pomeriggio, ma è slittato fino alla tarda serata.
Nelle ore precedenti l’opposizione aveva confermato che non intende rispettare il divieto di manifestazioni imposto nelle zone centrali del Cairo, e aveva proclamato un nuovo venerdì di protesta, con manifestazioni anche nella zona off-limits del palazzo presidenziale, dove gli scontri della vigilia avevano causato almeno sette morti.

I manifestanti favorevoli al presidente Mursi in giornata si erano ritirati, allo scadere dell’ultimatum che imponeva il divieto di manifestare. Da parte dell’opposizione si erano invece registrati almeno tre cortei, apparentemente diretti verso il palazzo presidenziale, ma pare si siano sciolti prima di giungervi: appuntamento soltanto rinviato di un giorno. In serata l’opposizione ha detto che “discorso di Mursi chiude la porta al dialogo”.