ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama: entro una settimana accordo su fiscal cliff

Lettura in corso:

Obama: entro una settimana accordo su fiscal cliff

Dimensioni di testo Aa Aa

Come dare un’ultimatum facendolo sembrare un gentile invito all’accordo.

E’ l’arte di Barack Obama che sta tentando ogni via per raggiungere un compromesso con i Repubblicani prima che la stretta fiscale, il cosiddetto ‘fiscal cliff’, s’abbatta come una mannaia sull’economica americana a fine anno.

“Negli ultimi giorni ci sono stati diversi movimenti tra i Repubblicani” ha detto Obama. “Credo ci sia la coscienza che forse possano accettare un certo aumento dei tassi se combinato con una seria riforma e tagli addizionali alla spesa. Per dirla in altra maniera, ritengo che potremo giungere ad un accordo in una settimana circa”.

Uno dei punti che resta critico nel dialogo tra democratici e repubblicani al Congresso è l’innalzamento delle imposte per i nuclei familiari con reddito superiore ai 250.000 dollari.

“Abbiamo il problema di un debito fuori controllo” dice John Boehner, Speaker Repubblicano alla Camera dei Rappresentanti. “Ci sono dei modi per limitare le detrazioni fiscali, evitare ogni scappatoia e avere le stesse persone che pagano di più al governo federale senza bisogno di innalzare le tasse che, crediamo, danneggerebbe l’economia”.

Se i due partiti non troveranno un’intesa entro fine anno, un taglio alla spesa pubblica combinato con la fine di una serie di sgravi fiscali comporterebbe un taglio del deficit di circa 600 miliardi di dollari, l’equivalente di una manovra draconiana.