ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: prove generali di guerra civile

Lettura in corso:

Egitto: prove generali di guerra civile

Dimensioni di testo Aa Aa

È crisi istituzionale in Egitto. Due alti consiglieri hanno rassegnato le dimissioni dal gabinetto Morsi dopo gli scontri di questo pomeriggio scatenati da centinaia di attivisti dei Fratelli Musulmani chiamati a raccolta, secondo loro, per proteggere la legalità e scacciare gli oppositori dello stesso Morsi da giorni accampati attorno al palazzo presidenziale.
Queste persone protestavano contro i poteri eccezionali che Morsi si è dato cambiando la costituzione malgrado il parere contrario persino della corte costituzionale e contro il referendum che ha indetto per il 15 dicembre. Almeno due persone sono morte e decine sono rimaste ferite, con la polizia intervenuta solo dopo molto tempo. Il vicepresidente Bekki ha chiesto di rispondere alle istanze degli oppositori, ma è rimasto inascoltato. Col passare delle ore oltre a mazze e bastoni sono comparse le molotov e il bilancio potrebbe aggravarsi nella notte.