ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

No alla armi chimiche in Siria, monito della NATO

Lettura in corso:

No alla armi chimiche in Siria, monito della NATO

Dimensioni di testo Aa Aa

La Nato mette in guardia il regime siriano contro l’utilizzo di armi chimiche per reprimere la rivolta.

Accogliendo a Bruxelles il segretario di stato americano Hillary Clinton, Anders Fogh Rasmussen, segretario generale della Nato, ha lanciato un preciso monito: “L’eventuale utilizzo di armi chimiche sarebbe completamente inaccettabile per tutta la comunità internazionale. E se qualcuno dovesse ricorrere a queste terribili armi, mi aspetto un’immediata reazione della communità internazionale”

La Nato sta per approvare il dispiego di missili Patriot alla frontiera tra la Turchia e la Siria per rafforzare la difesa turca e difendere la popolazione. Ci vorranno comunque alcune settimane perché questi missili siano operativi sul territorio.

Sottolinea George Chachane, membro dell’opposizione e rappresentante del consiglio nazionale siriano, in Belgio: “E’ normale che la Turchia cerchi di proteggere la sua popolazione e il suo territorio da attacchi che potrebbe ordinare il regime siriano. Il regime è in un periodo molto difficile dopo l’assedio di Damasco da parte delle truppe dell’opposizione”

La Nato ha precisato che la contraerea dovrà essere utilizzata solo in fase difensiva e non per creare una no-fly zone.