ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il lato oscuro del calcio: guardalinee ucciso da giovani calciatori

Lettura in corso:

Il lato oscuro del calcio: guardalinee ucciso da giovani calciatori

Dimensioni di testo Aa Aa

Si parla ancora di violenza nel calcio, ma questa volta è andata a finire nel peggiore dei modi.
Richard Nieuwenhuizen, dirigente di 41 anni del club dilettantistico Buitenboys, domenica faceva il guardalinee per la squadra del figlio, ad Almere, in Olanda.

Al termine della partita, tre ragazzini di 15 e 16 anni, giocatori del Nieuw Sloten l’hanno pestato selvaggiamente, con calci e pugni alla testa. Trasportato d’urgenza in ospedale, l’uomo si è spento dopo poche ore, per le gravi ferite riportare.

I tre minorenni sono stati arrestati, e la polizia olandese non esclude che nei prossimi giorni ci possano essere altri fermi.

Dai Paesi Bassi ci trasferiamo a Roma, dove un altro episodio di violenza, si è concluso invece positivamente. Ashley Mills, il tifoso del Tottenham accoltellato due settimane fa fuori dal pub “The Drunken Ship”, ha lasciato l’Ospedale San Camillo per tornare a Londra.

“Sto molto meglio ora” dichiara il tifoso inglese. “Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno curato qui all’ospedale. Sono stati fantastici, mi hanno aiutato molto. Gli sono davvero grato”.

Mills nelle ore successive l’aggressione da parte di un gruppo di ultras romani, era stato operato per un aneurisma all’arteria femorale, recisa dalla coltellata.