ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Monti e Hollande: Oggi nessuno dubita più della tenuta dell'eurozona

Lettura in corso:

Monti e Hollande: Oggi nessuno dubita più della tenuta dell'eurozona

Dimensioni di testo Aa Aa

Il futuro dell’Europa, il presente della crisi economica, le prospettive per la Grecia e le ambizioni dell’Unione sullo scacchiere internazionale. Il presidente del Consiglio italiano Mario Monti e il presidente francese Francois Hollande ne hanno parlato in un’intervista esclusiva a euronews, in occasione del vertice franco-italiano che si è tenuto a Lione. Ecco alcuni dei passaggi chiave:

Francois Hollande: “Oggi nessuno dubita più della tenuta dell’eurozona, mentre qualche mese fa ci si chiedeva ancora se ci fosse un rischio di collasso, se i tassi di interesse sarebbero esplosi”.

Mario Monti: “Si può dire che la Grecia non ha fatto o non ha fatto in tempo tutto quello che le è stato chiesto per raddrizzarsi. Ma c‘è anche la parte piena del bicchiere: la Grecia, se non fosse stata inserita nel sistema dell’euro, secondo me, non avrebbe neanche cominciato tutte queste riforme strutturali, tutte queste discipline”.

La crisi tra Israele e Hamas nella Striscia di Gaza, che ha visto la diplomazia al lavoro per evitare un bagno di sangue, pone all’Unione europea una scelta non più eludibile.

Hollande: “Troppi paesi europei ritengono che gli Stati Uniti debbano decidere al posto loro. Ebbene non è così: dobbiamo dotarci di una politica europea di sicurezza, di difesa, di una politica estera comune. Questa è la sfida”.

L’inviata di euronews, Sophie Desjardins, ha chiesto ai due leader quali, tra i tanti problemi che devono affrontare quotidianamente, li tenga più spesso svegli la notte.

Hollande: “Le questioni che potrebbero toglierci il sonno sono talmente tante che è impossibile isolarne una soltanto”.

Monti: “Io sono solo capo di governo. E forse per questo, punto secondo, devo ammettere che la notte dormo piuttosto bene perché, quando si ha la coscienza di aver fatto il possibile anche in condizioni molto difficili, si riesce anche a dormire”.