ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il contenzioso Cile-Peru' sbarca all'Aja

Lettura in corso:

Il contenzioso Cile-Peru' sbarca all'Aja

Dimensioni di testo Aa Aa

A Puerto Grau, sulla costa del Peru’, i pescatori aspettano una sola cosa: poter dirigere i propri pescherecci al largo, fino a 200 miglia, in quel tratto di mare che fino ad oggi è stato loro precluso.

“Vogliamo spingerci li di fronte dove ci impediscono di andare perchè dicono che si tratta di acque territoriali cilene – spiega uno di loro – le lamentele sono tantissime sia da parte dei pescatori di Puerto Grau che dei pescatori di Ilo”

Attualmente la frontiera marittima tra Cile e Peru’ segue all’incirca il 18 esimo parallelo. Il Peru’ intende spostarla verso sud lungo il prolungamento del confine terrestre riappropriandosi cosi’ di piu’ di 38 mila chilometri quadrati di mare.

La disputa ha radici antiche: rimonta alla guerra del Pacifico conclusasi nel 1883 con l’annessione da parte del Cile della regione costiera boliviana e di una fetta del Peru’ meridionale.
Ancora oggi pero’ la questione è molto sentita e rischia di riaccendere tensioni mai sopite come avverte il presidente della provincia di Tacna: “Se la Corte dell’Aja darà parere negativo siamo sicuri che nella provincia ci saranno dei sommovimenti dalle conseguenze imprevedibili”

1.35

Il Peru’ ha deciso di interpellare la Corte di Giustizia nel 2008. La posizione delle autorità peruviane viene illustrata dall’attuale ministro degli esteri Rafael Roncagliolo:
“Il punto chiave è capire se la Corte converrà sul fatto che tra Peru’ e Cile non esiste un trattato che regola la questione dei confini. Le autorità di Santiago sostengono il contrario. Ma per noi ci sono solo accordi, quello del 1952 e quello del 1954, che non hanno nessun effetto sulla questione dei confini e non hanno il valore di un Trattato”

All’opposto del Peru’ il Cile punta al mantenimento dello status quo. Gli scambi tra i due paesi oggi sono intensi basti pensare che i cileni hanno investito 12 miliardi di dollari oltreconfine e che almeno 100 mila immigrati peruviani vivono e lavorano nel paese vicino