ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Fermare le nuove colonie". Appello di Europa e Usa a Israele

Lettura in corso:

"Fermare le nuove colonie". Appello di Europa e Usa a Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

Ban Ki-moon denuncia un colpo di grazia alla soluzione dei due stati e Washington gli fa eco, parlando di passo indietro sulla via del dialogo.

Si inasprisce il tono del confronto internazionale, innescato dal via libera a nuove colonie con cui Israele ha replicato al voto dell’Onu sulla Palestina.

Al Foreign Office britannico, che convoca l’ambasciatore israeliano, per l’Italia replica lo stesso Monti, che da Lione parla di “preoccupazione”
e abbraccia l’appello al dietrofront lanciato domenica da Catherine Ashton.

Un invito, quello dell’Alto rappresentante della politica europea, che a poche ore di distanza ha innescato un vero e proprio effetto domino.

“Abbiamo convocato a Stoccolma l’ambasciatore israeliano per sottolineargli la nostra posizione – ha detto il Ministro degli esteri svedese Carl Bildt -. Lo stesso è stato fatto da Parigi e Londra e insieme ad altri paesi dell’Unione Europea discuteremo ulteriori iniziative da poter intraprendere. Per il momento non posso però fornire dettagli in merito”.

A unirsi al coro europeo è stata poi a sorpresa anche la Casa Bianca, che ha affidato al suo portavoce un invito a Tel Aviv a “rivedere” il via libera a “nuove colonie”, bollandolo come “ostacolo controproducente” sulla via del dialogo.