ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi: la Grecia lancia il piano di buyback del debito

Lettura in corso:

Crisi: la Grecia lancia il piano di buyback del debito

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli aiuti sono dietro l’angolo ma, prima di incassare, la Grecia deve dimostrare di saper spendere. Il governo ha svelato questo lunedì i dettagli del piano di riacquisto dei suoi titoli di debito: condizione necessaria, questa, per ricevere la tranche da 34 miliardi di euro accordata settimana scorsa dai creditori internazionali.

Vietato sbagliare, dunque, motivo per cui le condizioni offerte ai privati sono particolarmente favorevoli, con la forbice di prezzo fissata sopra le aspettative del mercato.

10 miliardi di euro il valore totale dell’offerta, denaro con cui Atene punta a rastrellare titoli per un valore di almeno 30 miliardi. Obiettivo finale, secondo le intenzioni del governo ellenico, un taglio netto sul proprio debito di 20 miliardi di euro.

“Un piccolo sollievo – dice questo ateniese – “perché la riduzione del debito sarebbe dovuta essere più alta. In quel modo sarebbe stato giusto”.

Più lungimirante quest’altro: “La decisione dell’Eurogrouppo è molto importante e può dare una via d’uscita per il problema greco. Il punto è che questa via d’uscita non è nel prossimo futuro. La strada è ancora lunga perché la Grecia esca dalla recessione”.

C‘è tempo fino al 7 dicembre per sottoscrivere l’offerta di acquisto. Al momento dello scambio, dieci giorni dopo, gli investitori riceveranno nuovi titoli a 6 mesi emessi dallo European Financial Stability Facility, il fondo di salvataggio europeo.

La notizia è stata ben accolta da parte dei mercati, con i rendimenti in calo. La riuscita del programma divide, però, gli analisti: se fallisse, la strada per centrare l’obiettivo del 124% di debito su Pil entro il 2020 diventerebbe ancora più impervia.