ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La pressione dei pro-Morsi contro i giudici egiziani

Lettura in corso:

La pressione dei pro-Morsi contro i giudici egiziani

Dimensioni di testo Aa Aa

In Egitto i sostenitori del presidente Mohamed Morsi hanno circondato l’Alta Corte costituzionale.

Oggi era attesa la decisione in merito alla legittimità dell’assemblea che ha varato la nuova Costituzione.

Un’udienza che i giudici hanno prudentemente rimandato a data da stabilirsi, adducendo motivi amministrativi.

Continua così il braccio di ferro tra potere politico e giudiziario, dopo il decreto che rafforza i poteri e l’autonomia di Morsi.

“Ai giudici diciamo che non dovrebbero impegnarsi in
politica”, afferma il manifestante Mustafa Ibrahim, “dovrebbero stare al di sopra delle parti e starne fuori”.

“Oggi sono qui per sostenere il presidente”, aggiunge Mohamed Adbellah, “contro questi giudici, tutti nominati dal deposto presidente Mubarak, che vogliono affossare l’Egitto”.

Sabato un’altra grande manifestazione è andata in scena al Cairoa sostegn odel presidnete contestato dalle opposizioni.

In serata Mohamed Morsi ha annunciato che il referendum sulla Costituzione si farà il 15 dicembre prossimo.