ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Piazza Tahrir insorge di nuovo: contro Morsi e la sua Costituzione

Lettura in corso:

Piazza Tahrir insorge di nuovo: contro Morsi e la sua Costituzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la preghiera, l’ennesima protesta. A Piazza Tahrir migliaia di manifestanti hanno gridano il loro no alla nuova costituzione e al decreto che rende più forte il presidente, più debole la giustizia.

Un assaggio del grande sabato in piazza indetto dalle opposizioni liberali, laiche e di sinistra nel nome del “sogno dei martiri” e contro i nuovi faraoni.

“Morsi ha fallito con la sua dichiarazione costituzionale”, afferma Mustafa Moamen tra i manifestanti, “Si è dato i poteri di un dio e ha detto che è solo temporaneamente, per due mesi”.

“Il deposto presidente Hosni Mubarak ha diviso il popolo egiziano quando era al potere”, commenta un altro manifestante, Mohamed Hussein, “Ora abbiamo il presidente Morsi e non è chiaro se è il presidente dell’Egitto o della Fratellanza Musulmana”.

Mohamed Morsi è andato in tivù a rassicurare sul carattere temporaneo delle sue disposizioni.

Nelle prossime ore firmerà la Carta, poi entro 15 giorni il referendum consultivo.

Giudicata troppo islamista e frettolosa, la nuova costituzione è stata approvata all’alba da un’assemblea costituente contestata quanto Morsi.