ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Palestinesi in festa, aspettando il voto dell'Onu

Lettura in corso:

Palestinesi in festa, aspettando il voto dell'Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

Palestinesi in festa, mentre attendono che l’assemblea generale dell’Onu riconosca all’Anp la condizione di “Stato”, sia pur senza il diritto di voto.

E’ una speranza per la Cisgiordania e per la Striscia di Gaza, ancora più forte per i vecchi, che hanno visto allontanarsi anno dopo anno il diritto a uno stato nazionale.

“E’ una questione umanitaria che ogni paese dovrebbe sostenere, perchè siamo da tempo oppressi e dovremmo poter rompere questa oppressione”.

Il voto di oggi, se non cambia nulla rispetto a Israele, contribuisce a unire i gruppi palestinesi, e riavvicina anche Fatah e Hamas, sul resto divisissimi.

“Diamo il benvenuto a questo passaggio. Siamo favorevoli ad ogni conquista che possa aggiungersi alle conquiste del popolo palestinese e alla giusta aspirazione nazionale”.

Nei Territori palestinesi si respira un’aria di speranza. Per gli abitanti di qui essere riconosciuti dall’Onu equivale a uscire dall’ombra. Un atto simbolico, ma pieno di significato.

Un atto vissuto così solennemente che già dalle prime ore del mattino i media locali seguono minuto per minuto le notizie che arrivano da New York. Tv e radio restano in diretta, in attesa di poter dare il tanto atteso annuncio.