Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Una lista dei cittadini ebrei ungheresi. La proposta, lanciata da un deputato dell’estrema destra magiara, riporta l’orologio della storia indietro di oltre mezzo secolo.

La comunità ebraica ungherese è scesa in piazza a Budapest e minacccia un’azione legale contro Marton Gyongyosi. Il parlamentare di Jobbik ha tentato di fare una mezza marcia indietro sostenendo di essere stato frainteso: “La mia affermazione potrebbe essere stata male interpretata. Mi scuso con i nostri compatrioti ebrei, perché la mai proposta non è contro di loro, ma punta a creare una lista dei residenti con doppia cittadinanza, ungherese e israeliana, per valutare i potenziali rischi contro la sicurezza nazionale”.

Negli ultimi anni Jobbik ha più volte alzato i toni contro i rom e contro la comunità ebraica. L’Ungheria ospitava, prima della seconda guerra mondiale, oltre 800mila cittadini di origine ebraica. 600mila di essi furono vittime dell’Olocausto.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni