ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia voterà sì a Stato palestinese all'Onu

Lettura in corso:

Francia voterà sì a Stato palestinese all'Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia è il primo Paese d’Europa a dichiarare apertamente la propria intenzione di voto: sì alla richiesta dell’Autorità Palestinese all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite di passare allo status di Paese non membro. Un voto, che si terrà al Palazzo di Vetro giovedì, dalle importanti implicazioni non solo per Israele ma per tutto il Medio Oriente.

“Giovedì prossimo quando sarà posto il quesito la Francia risponderà sì per una questione di coerenza” ha detto il ministro degli Esteri Laurent Fabius. “Ma in ogni caso sarà soltanto attraverso il negoziato, che chiediamo sia immediato e senza condizioni tra le due parti, che si potrà arrivare a concretizzare uno Stato palestinese”.

Il fronte del sì in seno ai Paesi delle Nazioni Unite dovrebbe essere maggioritario. Le più grosse incertezze restano proprio a livello europeo: tuttavia sarebbero almeno 15 gli Stati a favore.

“Credo che la stragrande maggioranza dei Paesi voteranno con noi. Abbiamo cercato in ogni modo di ottenere il più ampio appoggio dei Paesi europei” ha detto Riyad Mansour, ambdasciatore palestinese all’Onu.

Il timore principale non solo di Israele ma anche di Stati Uniti, Regno Unito, Germania, è che il futuro Stato palestinese faccia appello alla Corte Penale Internazionale per l’occupazione israeliana.