ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Argentina: alla sbarra ex-militari per "voli della morte"


Argentina

Argentina: alla sbarra ex-militari per "voli della morte"

Si è aperto a Buenos Aires, in Argentina, il maxi processo per centinaia di rapimenti, torture e omicidi commessi durante la dittatura militare tra il 1976 e l’83.

Un momento tanto atteso dalle Madri di “Plaza de Mayo”. Una di loro, Taty Almeida, dichiara: “Oggi è veramente un giorno da festeggiare, perché a causa della nostra età, noi madri, nonne, parenti e padri non pensavamo che saremmo riusciti a vivere questi giorni storici.”

Tra i 68 imputati, ci sono alcuni ex piloti e ufficiali, come Alfredo Astiz, soprannominato l’angelo biondo della morte, Jorge Acosta e Julio Poch. Sono accusati di aver condotto o organizzato i cosiddetti voli della morte, con i quali i prigionieri politici venivano gettati vivi in mare dagli aerei.

Una tecnica confessata già molto tempo fa da altri responsabili, come Adolfo Scilingo:“Erano esseri umani addormentati, nessuno può superare una cosa del genere. Siamo esseri umani e quelli che buttavamo già erano altri esseri umani”.

La repressione in Argentina causò la morte o la scomparsa di 30mila persone.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

BP bandito dagli Stati Uniti