ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto in piazza contro decreto Morsi, scontri al Cairo

Lettura in corso:

Egitto in piazza contro decreto Morsi, scontri al Cairo

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Egitto scende in piazza contro il ‘faraone’ Mohammed Morsi e contro il decreto con cui si è dato poteri quasi illimitati.

Piazza Tarhir, simbolo della rivoluzione che ha rovesciato Mubarak, torna ad essere affollata da migliaia di persone. Molti manifestanti si sono accampati venerdì scorso, nonostante il Presidente abbia precisato che il decreto sulla inappellabilità delle sue decisioni è temporaneo.

“Siamo qui per fare in modo che sia annullato il decreto costituzionale emesso da Morsi che gli dà gli stessi poteri di un faraone – spiega un manifestante – Il presidente, i Fratelli musulmani e i salafiti ignorano le istanze della rivoluzione”.

“Vogliamo vivere in pace, in sicurezza e in stabilità – aggiunge un anziano in piazza al Cairo – Vogliamo la libertà, nient’altro”.

La polizia ha disperso un gruppo di dimostranti riuniti nei pressi dell’ambasciata statunitense e, a causa dell’alta tensione, i Fratelli Musulmani hanno rinviato la contro-manifestazione a sostegno di Morsi.

“Dopo la rivoluzione non è facile per il presidente prendere una qualsiasi decisione senza l’approvazione del popolo egiziano. Lo vediamo oggi con le proteste contro il nuovo decreto costituzionale – conclude l’inviato di euronews al Cairo Mohammed Shaikibrahim – La piazza ne chiede la cancellazione e chiede al presidente di rispettare i principi della rivoluzione. Gli egiziani vedono questo in decreto il modo di fare della vecchia politica, solo le facce sono diverse”.