ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La polizia russa usa la forza per disperdere la protesta davanti a un carcere negli Urali

Lettura in corso:

La polizia russa usa la forza per disperdere la protesta davanti a un carcere negli Urali

Dimensioni di testo Aa Aa

Le squadre speciali della polizia russa sono intervenute con la forza per mettre fine a una protesta in corso davanti a un carcere nel Sud degli Urali.

Almeno 38 persone, tra familiari di detenuti e attivisti per i diritti umani, sono state arrestate.

Secondo le testimonianze, più di 250 agenti hanno picchiato numerosi manifestanti.

“I poliziotti erano mascherati, avevano elmetto e manganello. Ci hanno fatti scendere dalle auto, e nella nostra c’era un bambino, cominciando a picchiare tutti con un bastone. La macchina è stata mezza distrutta, i bambini spaventati”.

Nelle prigioni russe si contano 640.000 detenuti. Il carcere teatro della protesta è conosciuto per le denunce di numerosi episodi di violenza e di torture sui detenuti.