ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia. Ump: la destra nel pallone

Lettura in corso:

Francia. Ump: la destra nel pallone

Dimensioni di testo Aa Aa

La destra francese ha perso la testa. Cola a picco l’ipotesi di mediazione dell’ex Premier Alain Juppé per dirimere la controversia che da una settimana ha gettato l’Ump nel caos contrapponendo Jean-François Copé a Fronçois Fillon.

Lo scontro tra i due candidati alla Presidenza del partito neogollista di cui Juppé fu cofondatore era nato dal conteggio delle schede.

“François Fillon ha fatto tutto il possibile affinchè la mediazione di Juppé riuscisse” è il commento della squadra di Fillon. “Ma Jean-François Copé ha bocciato questa mediazione nonostante convogliasse le speranze di tutti i nostri militanti”.

Il botta e risposta delle due squadre dimostra quanto la spaccatura nel partito sia profonda:

“Temo che ci saranno conseguenze molto difficili da arginare” dice Luc Chatel, membro dello staff di Copé. “Ma il solo modo di salvare la situazione è il rispetto per le regole. Quando si è responsabili politici, quando si è stati ministro o Primo ministro, si rispettano le regole”.

Sono i fatti a dimostrare che la testa del partito rotolata via è quella dell’ex Presidente Nicolas Sarkozy. La lotta fratricida tra le due anime della destra da lui guidata fino alle ultime presidenziali lascia il governo socialista senza un’opposizione con cui interloquire.