ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: il Likud alle primarie tra problemi tecnici e malumori

Lettura in corso:

Israele: il Likud alle primarie tra problemi tecnici e malumori

Dimensioni di testo Aa Aa

Primarie della destra israeliana: i 123 mila membri del Likud scelgono i deputati candidati per le politiche anticipate di gennaio.

Il premier Benjamin Netanyahu e consorte si son orecati nel seggio di una colonia vicina a Ramallah.

La procedura elettronica, infatti, consente di votare dove si vuole. Ma qualcosa non ha funzionato, tanto da provocare il posticipo della chiusura dello scrutinio.

Una farsa, ha commentato il ministro dell’istruzione Gideon Saar, esprimendo il malumore generale.

Il rivale principale del primo ministro è Moshe Feiglin, che guida l’ala dura del partito e avrebbe l’appoggio dei coloni, contrari alla creazione di uno stato palestinese.

Le sue chances poggiano sul malcontento diffuso dopo la tregua, mediata dal Cairo, che ha messo fine all’offensiva contro la Striscia di Gaza.

Stando ai sondaggi, infatti, quasi la metà degli israeliani avrebbe voluto che l’operazione andasse avanti.