ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stop della Germania all'accordo fiscale con Svizzera

Lettura in corso:

Stop della Germania all'accordo fiscale con Svizzera

Dimensioni di testo Aa Aa

La Camera dei Laender tedesca, il Bundesrat, ha bocciato l’accordo fiscale con la Svizzera che riguardava i conti dei cittadini tedeschi non dichiarati nelle banche elvetiche. Il voto è stato preceduto da un appello ai Laender del ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, che ha invitato le Regioni «a porre fine alla situazione di disagio vissuta finora» con l’accordo proposto dall’esecutivo. I Laender governati dai partiti di opposizione, Spd e Verdi, hanno però negato il loro voto. Secondo l’intesa raggiunta con Berna, i fondi depositati a partire dal 2013 in Svizzera verrebbero tassati come in Germania. Chi ha depositato soldi nelle banche elvetiche illegalmente negli ultimi dieci anni, potrebbe fare un versamento una tantum e in forma anonima al fisco tedesco, pagando una tassa calcolata in modo forfettario (compresa fra il 21 e il 41%)

Secondo l’ambasciatore svizzero a Berlino la confederazione elvetica si limiterà alla tassazione degli asset secondo la legge svizzera fermo restando che le trattative con i paesi frontalieri restano aperte.
A questo punto, se non sarà deciso il ricorso a un arbitraggio per trovare una soluzione, l’accordo, che doveva entrare in vigore dal primo gennaio 2013, decadrà definitivamente e con esso le disposizioni per tassare i fondi depositati da cittadini tedeschi in banche elvetiche.