ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: al via lo shopping natalizio, previsti consumi in calo

Lettura in corso:

Usa: al via lo shopping natalizio, previsti consumi in calo

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ una tradizione tutta statunitense: il presidente risparmia pubblicamente due tacchini per la Festa del Ringraziamento. Saranno accolti in un allevamento di bestiame in Virginia, diversamente da altri milioni di animali che finiranno nei piatti degli statunitensi.

Circa 45 milioni di tacchini vengono consumati solo in occasione del Thanksgiving, 300 milioni nel corso dell’anno.

Malgrado il difficile periodo economico, le famiglie statunitensi non vogliono saltare la tradizionale cena. Il costo medio di un tacchino di sette chili è salito da circa 18 dollari a più di 22 in appena due anni, secondo il Farm Bureau, la principale organizzazione degli allevatori statunitensi. La causa principale sarebbe la crescita della domanda.

“C‘è sempre più folla, di anno in anno”, dice un negoziante. Gli statunitensi non vogliono festeggiare il Ringraziamento senza tacchino, ma potrebbero stringere la cinghia durante il periodo natalizio.

Tenuto conto del rallentamento nel terzo trimestre, gli analisti prevedono che le vendite durante i giorni di festa aumenteranno solo del 3,5 per cento, in calo dunque rispetto allo scorso anno quando sono salite del 3,7 per cento.

I commercianti hanno risposto anticipando a giovedì sera il tradizionale Black Friday, successivo al Ringraziamento. C‘è chi ha anche proposto sconti per tutta la settimana.

“Alcuni articoli costosi probabilmente era meglio comprarli prima del Black Friday, per poter risparmiare davvero tanto”, afferma un uomo.

“Non so se andrò per negozi quel giorno. Sarà seccante, non sono fatta per queste cose”, dice una donna.

Diverse catene, come Walmart, primo grande rivenditore al dettaglio al mondo, aprono le porte il giorno del Thanksgiving alle otto di sera.

Il 23 per cento dei consumatori, una percentuale in aumento rispetto al 2011, dovrebbe recarsi a fare shopping nel giorno della Festa del ringraziamento. Mentre nell’intero periodo delle feste, durante il quale in media viene realizzato un quinto delle vendite annuali, quest’anno dovrebbe andare peggio.

Stefan Grobe, euronews:
“La fiducia dei consumatori è salita a novembre toccando il punto più alto da cinque anni a questa parte, mentre il mercato del lavoro sta lentamente migliorando e i prezzi delle case stanno salendo. Ma mentre gli statunitensi entrano nella stagione dello shopping natalizio, sono preoccupati di aver meno denaro in tasca, se non sarà raggiunto un accordo sul bilancio entro fine anno”.