ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Khaled Meshaal: "la tregua è una vittoria di Hamas"

Lettura in corso:

Khaled Meshaal: "la tregua è una vittoria di Hamas"

Dimensioni di testo Aa Aa

La tregua alla fine è arrivata. Ma se taccioni le armi, parla a tutta voce la propaganda, dall’uno come dall’altro lato del fronte. Per il leader di Hamas Khaled Meshaal e per i rappresentanti della Jihad Islamica, il cessate il fuoco mediato dall’Egitto è una vittoria che costringe Israele ad accettare le condizioni palestinesi.
 
“E’ stata un’aggressione a tradimento, contro di noi a Gaza, che ci ha costretto a difenderci” ha detto Khaled Meshaal, leader di Hamas in esilio. “Il risultato è che dopo 8 giorni, Dio ha tolto la mano dei sionisti dal nostro popolo a Gaza costringendoli a sottostare alle nostre condizioni e alle richieste della resistenza”.
 
I responsabili della Jihad Islamica hanno insistito sul fatto che i due movimenti sono legittimi rappresentanti degli interessi e del volere dei palestinesi.
 
“Questa delegazione ha parlato in nome del popolo palestinese perchè il popolo palestinese è a favore ed appoggia la resistenza. Le delegazioni della Jihad Islamica e di Hamas si sono fatte rappresentanti del popolo palestinese con la loro capacità di negoziare e hanno difeso la causa palestinese sul terreno”.
 
“Dopo 8 giorni di conflitto tra Israele e le fazioni palestinesi a Gaza” dice il nostro inviato al Cairo Mohammed Shaikhibrahim “gli sforzi diplomatici internazionali sono riusciti a portare una tregua tra le parti con la mediazione dell’Egitto. Una tregua considerata da Hamas e dalle fazioni palestinesi come una vittoria e una lezione impartita ad Israele e una nuova fase in cui ridefinire gli equilibrii di forza in Medio Oriente”.