ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Bruxelles i capi di governo cercano una intesa sui tagli al bilancio dell'Ue

Lettura in corso:

A Bruxelles i capi di governo cercano una intesa sui tagli al bilancio dell'Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

Si preannuncia una serata piuttosto vivace, per i capi di stato e di governo europei, riuniti a Bruxelles
per cercare una intesa in vista del bilancio di previsione per il periodo 2014-2020.

Un obiettivo non facile, soprattutto a causa delle resistenze nazionalistiche, che rallentano se non impediscono, una soluzione in chiave europea.

Le ricette, d’altra parte, fanno tremare i polsi. Angela Merkel, cancelliere tedesco, invita a non cedere ai compromessi:

“E’ per il futuro dell’Unione europea, per gli investimenti nella ricerca e lo sviluppo, per un uso migliore delle risorse, che ogni euro dovrà essere ben utilizzato”.

Prima della riunione plenaria, molti sono stati i faccia a faccia. Il francese Hollande e la tedesca Merkel hanno dato il loro sostegno alla ricerca dell’intesa, mentre il presidente del Consiglio europeo, Van Rompuy, ha presentato la sua bozza di bilancio.

Un bilancio ridotto a 973 miliardi di euro, dopo il taglio di 75 miliardi, come aveva chiesto la Commissione europea. Una riduzione considerata insufficiente dal primo ministro britannico David Cameron, che avrebbe voluto altri tagli per 50 miliardi.

Secondo molti osservatori, le differenze nella posizione dei singoli paesi, possono rendere difficile la definizione di una intesa, che potrebbe venire rinviata a un vertice successivo.